Vertigine geometrica

Ero arrivata da poco in Francia quando nella mia ricerca sugli alloggi sociali degli anni ‘60 mi sono imbattuta nel quartiere Les Orgues de Flandre. Dapprima l’ho scoperto dalle spettacolari foto di Laurent Kronental, ritrovate su internet, e dalle incisioni di Mehdi Zannad.

Solo nell’estate 2017 ho portato la mia macchina fotografica sul posto per fissare la mia visione dello spazio.

Vertiginoso e fuori scala, come molti Grands Ensembles, questo quartiere affaccia con una geometria serrata a gradoni lungo Avenue de Flandre e si propaga, attraverso un arco-portale, vestigia di un vecchio quartiere la Cité des Flamands, verso uno spazio verde interno.

Costruito fra il 1973 ed il 1980 su progetto dell’architetto Martin Schulz van Treek, il quartiere occupa una superficie di circa 6 ettari dove, distribuiti fra quattro alte torri e altri complessi di diversa tipologia, insistono 1950 alloggi di edilizia popolare. La Tour Prelude di 123 metri d’altezza è conosciuta come il più alto grattacielo residenziale di Parigi.

Attualmente alcune delle torri sono in fase di rinnovamento energetico, che prevede la sostituzione dei vecchi pannelli di rivestimento, con una nuova facciata tecnica isolante in lana di roccia e alluminio a vista.

© photo Laura Hirennau